Bollettino del 18 settembre 2016

Bollettino del 18 settembre 2016

By In Bollettino On 19 settembre 2016


XXV domenica del Tempo Ordinario
18 settembre 2016 – (I settimana del Salterio)

Letture:
Amos 8, 4-7;
Salmo 112;
1 Timoteo 2, 1-8;
Luca 16, 1-13

COLLETTA
O Padre, che ci chiami ad amarti e servirti come unico Signore, abbi pietà della nostra condizione umana; salvaci dalla cupidigia delle ricchezze, e fa’ che alzando al cielo mani libere e pure, ti rendiamo gloria con tutta la nostra vita. Per il nostro Signore Gesù Cristo…

C’è una falsa religione che i profeti non hanno mai cessato di denunciare: la religione di chi crede di avere la coscienza a posto con poca fatica, col compimento di riti e pratiche esteriori di culto. A volte questa è una apparenza di religiosità che può servire da copertura allo sfruttamento dei poveri. Nella prima lettura di oggi compaiono ricchi commercianti che fanno il riposo del sabato, in cui era proibito il commercio, pensando come imbrogliare i poveri e come frodare sulla merce o sui prezzi. Per il ricco accogliere l’annuncio del regno è trasformare i beni da oggetto di preda in mezzo di amicizia e di comunione. Nel vangelo di oggi ci viene detto: «Procuratevi amici con la disonesta ricchezza». L’amicizia che il ricco deve costruire non è frutto del suo buon cuore, ma esigenza e dovere che gli deriva da ciò che possiede. Il povero nella comunità cristiana ha dei diritti che vanno soddisfatti. Il ricco deve sentirsi più un attento amministratore dei beni che un proprietario.

Iscrizioni al percorso dell’Iniziazione Cristiana: in sacrestia i moduli da compilare e consegnare da parte dei genitori dei bambini frequentanti la prima classe della Primaria. L’attività catechistica e di I.C. inizierà con Ottobre.

XXVI Congresso Eucaristico nazionale
Dal 15 al 18 settembre 2016 si sta celebrando a Genova il XXVI Congresso Eucaristico nazionale, sul tema: L’Eucaristia sorgente della missione: «Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro».
Questo importante appuntamento si colloca all’interno dell’anno giubilare, indetto da papa Francesco per invitare sia i singoli che le comunità ad aprirsi in modo più convinto e generoso al dono della misericordia di Dio, sorgente inesauribile di ogni rinnovamento personale e comunitario.
Nella Bolla di indizione del Giubileo, Misericordiae vultus, Francesco afferma: «Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia. È fonte di gioia, di serenità e di pace. È condizione della nostra salvezza» (n.2). In quest’anno giubilare, dobbiamo sperimentare la gioia che promana dalla misericordia di Dio, in modo che dia nuova freschezza alle nostre comunità, e nuovo slancio all’annuncio del Vangelo. Proprio l’Eucaristia, che rende presente per noi il dono pasquale della misericordia del Signore, ci spinge ad annunciarlo a tutti, conferendo alla Chiesa e a ogni fedele un più deciso impulso missionario.
Il Congresso Eucaristico e l’anno giubilare ci facciano vivere una rinnovata esperienza di Dio, che “esce” da sé stesso per salvarci, e nell’Eucaristia ci si fa vicino, ci salva, e ci spinge a “uscire” noi stessi, per annunciarlo e farci prossimi ai fratelli.

Scarica il bollettino in word: 18-09-16


Related Posts