Bollettino del 13 settembre 2015

Bollettino del 13 settembre 2015

By In Bollettino On 13 settembre 2015


XXIV domenica del Tempo Ordinario
13 settembre 2015 – (IV settimana del Salterio)

Letture:
Isaia 50,5-9a;
Salmo 114;
Giacomo 2,14-18;
Marco 8,27-35

COLLETTA
O Padre, conforto dei poveri e dei sofferenti, non abbandonarci nella nostra miseria: il tuo Spirito Santo ci aiuti a credere con il cuore, e a confessare con le opere che Gesù è il Cristo, per vivere secondo la sua parola e il suo esempio, certi di salvare la nostra vita solo quando avremo il coraggio di perderla. Per il nostro Signore…

La croce di Cristo continua ancor oggi ad essere per molti «follia» e «scandalo». Siamo disposti ad accettare Gesù, come il Cristo, come il Figlio di Dio, come l’inviato del Padre, ma il Cristo del Calvario ci rimane un mistero. Eppure in tutto questo c’è una logica, anche se una logica dello Spirito e non della carne. Il Padre non ha avuto bisogno delle sofferenze di Gesù come punizione sostitutiva al nostro posto. Dio aveva bisogno della sua vita come amore sostitutivo in nostro nome. Ma chi vuole amare in questo mondo urta in una impossibilità di fatto. Il grande mistero è che il regno di Dio ha proseguito il suo cammino anche quando gli uomini, compresi tutti noi, hanno ucciso il Figlio di Dio. Né Gesù, né il Padre ci hanno voltato le spalle. Dal peccato più grande è scaturito il più grande amore. Così siamo stati liberati con la morte di Gesù, sicché la morte e il fallimento non sono l’ultima parola, non sono un oscuro, fatale destino.

Si è conclusa nella settimana scorsa la FESTA PATRONALE:
ben riuscite le varie iniziative. Il GREST ha visto la partecipazione di 135 ragazzi e di una quarantina di giovanissimi animatori, guidati egregiamente dalle due organizzatrici-ideatrici, Geraldine e Enrica, e da altri adulti. Lo stand gastronomico, come sempre allestito quasi professionalmente da abili cuoche coadiuvate da valenti collaboratori, ha funzionato a dovere. Le serate danzanti hanno dato modo agli appassionati di passare alcune ore in serenità. Lo spettacolo in Basilica, a cura del Gruppo Zagreo, sulla storia della Basilica (Grazie, una storia d’amore) ha espresso emozioni e pensieri suscitati dallo splendore architettonico e spirituale della nostra bella chiesa. La processione conclusiva, presieduta dall’amministratore diocesano, è stata partecipata con devozione da centinaia di devoti oranti. Il concerto sinfonico: magnificamente eseguito dall’orchestra rumena ci ha donato il piacere di ascoltare buona musica. A tutti coloro che, in tanti modi, hanno collaborato allo svolgimento dei vari momenti vada un grazie sincero.

Scarica il bollettino in word: 13-09-15


Related Posts