Bollettino 15 febbraio 2015

Bollettino 15 febbraio 2015

By In Bollettino On 15 febbraio 2015


Sesta domenica del Tempo Ordinario
15 febbraio 2015 – (II settimana del Salterio)

COLLETTA

Risanaci, o Padre, dal peccato che ci divide, e dalle discriminazioni che ci avviliscono; aiutaci a scorgere anche nel volto del lebbroso l’immagine del Cristo sanguinante sulla croce, per collaborare all’opera della redenzione e narrare ai fratelli la tua misericordia. Per il nostro Signore Gesù Cristo…

Fra tutte le malattie, la lebbra era considerata dagli Ebrei quella che più rendeva impuro l’uomo, perché distruggendolo nella sua integrità e vitalità fisica, era per eccellenza segno del peccato e della sua gravità. Per questo, la lebbra non è mai considerata solo o principalmente da un punto di vista medico, ma riveste un carattere prevalentemente religioso. Solo così si spiegano le misure severe e repellenti che sono riportate nella prima lettura. Non si tratta semplicemente di misure profilattiche: tale isolamento mirava a preservare «la santità del popolo di Dio». La lebbra, segno del peccato, poneva l’uomo al di fuori della comunità del popolo di Dio, ne faceva uno «scomunicato». Per questo le guarigioni dalla lebbra, narrate dai vangeli — tenuto conto del contesto sociale presente nella prima lettura — diventano simbolo della liberazione dal peccato, segno e prova del potere di Gesù.

Scarica il bollettino in word: 15-02-15

Inizia con questa domenica una campagna di sensibilizzazione e raccolta di fondi per il pagamento dei lavori compiuti nella Scuola dell’Infanzia S. Maria delle Grazie, patrimonio educativo e di servizio alle giovani famiglie di tutta Este e dintorni. Vi ringraziamo fin d’ora per l’attenzione che porrete a questa realtà così importante.


Related Posts